Causaedeffetto



Causaedeffetto



Comunicazione



Un sound che la band Zaund propone è un rock semplice e diretto, costruito con una convincente base melodica che rende i brani gradevoli e orecchiabili. “Orizzonte” apre il disco con una ritmica veloce e dinamica, una costruzione rock con venature melodiche, arricchita da un ritornello e un rif di chitarra che si lasciano ascoltare piacevolmente. “Silenzi” crea luci e istanti con un suono e un testo che si avvolge a un’atmosfera di semi oscurità, racconta di una notte, avvolgente anch’essa, perché guardarsi dentro non è mai una cosa facile. Guardare in faccia la paura, perché è l’unica strada percorribile. Un rif di chitarra che sembra un urlo straziante, una richiesta di aiuto, silenzioso, appunto. “Immagini dal mondo” è uno specchio sugli incastri di una società contorta e spesso ipocrita. Un mondo che diventa una canzone, con le sue sfumature e una musica avvolgente. “Verranno a prenderci” è un altro pezzo in cui il rock e la riflessione si fanno una cosa sola per raccontare istantanee amare e non sempre trasparenti. Un urlo che riecheggia, nota dopo nota. “Oltre la riva” è il brano acustico che chiude l’Ep e inizia con una soffice e semplice melodia che in parte si discosta dai pezzi precedenti, pur mantenendo la fattura e la qualità in termini di musicalità e gradevolezza. Un’ombra intima e profonda. Un Ep che ha molte caratteristiche positive e sui cui continuare a lavorare per creare un album decisamente affascinante e moderno. Gli Zaund sono una band da tenere d’occhio.