Scopriamo il romanzo “Gli anni del sole” di Consolata Lanza ed edito da BuckFast Editore

 

Per lo spazio novità ecco un nuovo romanzo, si chiama “Gli anni al sole” di Consolata Lanza. Andiamo a scoprirlo.

“Donne, donne, donne! Non ne potevo più di quei loro corpi indocili e fecondi, della loro capacità di scompigliare le carte all’ultimo momento. Non volevo più essere sorpreso da nessuna donna. E possibilmente neanche essere coinvolto nei loro torbidi misteri, si trattasse di sesso o lettere da consegnare. In quel vortice di risentimento finirono mia madre, le mie sorelle, il passato di Sula, il ventre gravido di Margarita, le ombre che avvolgevano Colin, i gemiti di Markela, gli occhi imploranti di Melissa. Portatrici di disordine perpetuo, incidenti nel luminoso mondo degli uomini”

Alla morte della madre, il giovane Alain, di origine francese, si ritrova a dover mantenere una promessa fattale in punto di morte: consegnare una lettera ad una donna misteriosa. Alain lavora a Londra, ma un facoltoso parente gli chiede di trasferirsi a Chios, isola greca del mediterraneo, per seguire i suoi commerci esteri. Qui conosce Colin, interprete e mediatore d’affari che lo aiuta nel lavoro e lo introduce negli ambienti isolani. Conosce la potente famiglia dei Kolajannis, le cui tre figlie diventano per lui un importante punto di riferimento, ma anche fonte di intrighi e complotti che condizionano le sue scelte. Alain è un giovane capace ed efficiente nel suo lavoro, ma acerbo e incapace di interpretare l’animo e il comportamento delle numerose donne che lo circondano, tra cui le sue tre sorelle minori, rimaste a casa. Un pericoloso e avvincente intreccio di vicende, risolverà alla fine anche il mistero legato alla lettera della madre.

“Gli anni al sole” è un romanzo edito da BuckFast Editore e scritto dall’autrice Consolata Lanza. Scopriamo qualcosa di lei.

Consolata Lanza, torinese, ha pubblicato nel 1996 D’amore e no (Premio Letterario Nazionale Nuove Scrittrici 1995), Il gioco della masca (Filema 1997), Est di Cipango (Filema 1997), Ragazza brutta, ragazza bella (Filema 2000), Irene a mosaico (Avagliano 2000), La lametta nel miele (Filema 2005), Lei coltiva fiori bianchi (CS_libri 2007), Trilogia delle donne virtuose (Progetto Alga 2010). Collabora alla rivista LN-LibriNuovi sia nella versione cartacea (ora finita) che in quella digitale, ha collaborato alla rivista digitale Sagarana e altre riviste sia cartacee che digitali, partecipa al progetto ALIA Evo 2 (antologia della letteratura fantastica) e in precedenza anche all’antologia annuale Fata Morgana, un suo racconto è pubblicato sul numero monografico di Leggendaria sulle scrittrici torinesi, ha pubblicato numerosi racconti su riviste e antologie. Dal 2007 ha aperto il blog Anaconda Anoressica su cui pubblica recensioni letterarie e altro.

Leave a Reply