#Parliamodi “Eternamente ora”, l’album di Francesco Gabbani, vincitore di San Remo Giovani 2016

“La strada” è un brano orecchiabile con un testo intenso e ben scritto. Voce “effettata” che si amalgama bene con la struttura musicale. “Amen” è il pezzo vincitore di San Remo Giovani e che è diventato ormai un tormentone radiofonico. Un mix di un bel testo arguto e originale con una musicalità attraente e diretta. Miscela perfetta per creare un brano che non si può non canticchiare. La particolarità è che questo brano fa anche riflettere. “Per una vita” è una canzone che rispecchia la linea guida dell’intero album, ovvero brani altamente orecchiabili ma che affrontano temi complessi creando un risultato attraente. In particolare in questo brano si affronta il tema di un’attualità controversa e a tratti pericolosa in cui occorre difendersi da una tipologia di comunicazione infima. “Software”. Non poteva mancare un brano che affronta il tema dell’informatizzazione feroce che ci trascina a largo. Attualità che travia, personalità che mutano, per non diventare niente. Musicalità elegante e ben costruita per far rimanere la melodia nella testa. L’idea creata per farsi ricordare. “Eternamente ora” è un pezzo introspettivo ben interpretato e che possiede radici nella musicalità italiane più conosciute, un’evocazione che aiuta il brano a farsi ricordare. Musicalmente è una ballata moderna. “In equilibrio” è una canzone creata con suoni elettronici, con voce effettata e un testo decisamente graffiante.  Con “Prevedibili” l’album sviluppa ancora la linea musicale che incanta con suoni elettronici perdendosi in testi intensi, pur parlando d’amore il brano non appare scontato e si lascia ascoltare sfruttando le radici evocative della musicalità italiana più classica. “Il vento di alzerà” è un brano dinamico, come poi tutti quelli di questo album, con metriche semplici ed evocative. L’album “Eternamente ora” di Francesco Gabbani è carico di musicalità moderne ed evocativo di melodie tipiche della musica italiana unita creati su sound moderni e arrangiamenti ben costruiti. Brani che affrontano una socialità controversa e spesso ipocrita, che sanno parlare d’amore e di sesso senza essere scontati. Il risultato da non è sottovalutare. Un artista che stupisce per la semplicità e la bravura, oltre che la conoscenza della musica italiana classica e moderna. Lui, li ha “semplicemente” uniti.

 

Leave a Reply