Recensione romanzo “Promettimi che sarai libero” di Jorge Molist

Il romanzo di Jorge Molist racconta la storia John Serra. Il protagonista è appena un ragazzino quando una galea di corsari approda sulla spiaggia del piccolo villaggio di pescatori in cui vive con i suoi genitori e i suoi fratelli. In quell’agguato John perde la sua famiglia, il suo amato padre Ramon, mentre la madre Eulalia e la sorella Maria vengono rapite dai “mori”. John e il fratello più piccolo Gabriel riescono a salvarsi, ma sono costretti a trasferirsi in una Barcellona del quattrocento, ormai in decadenza. Grazie al mercante  Bartomeu Sastre vengono accolti nel convento di San’Anna. Il protagonista ha promesso al padre di essere libero, e trova nei libri la sua passione. Poi incontra Anna e se ne innamora perdutamente. Lotterà per la libertà e l’amore in una dura battaglia con se stesso e la sua voglia di vendetta. Lo stile dell’autore è coinvolgente e molto veloce. La storia è ricca di personaggi interessanti, molto curata anche dal punto di vista storico. Un romanzo che scorre via veloce e che si inerpica con colpi di scena improvvisi e personaggi a volte troppo “provvidenziali”, fino a giungere a un finale che certamente coglie di sorpresa e che fa riflettere. Il viaggio di un eroe, certo, ma che dà l’impressione di rimanere alla fine in bilico. Questo non va assolutamente a ledere la bontà dello scritto e la potenza del romanzo che mantiene in tutto il suo svolgimento una suspance degna di un thriller. Sentiremo ancora parlare di questo autore in futuro, che in Spagna ha già venduto molte copie, di questo romanzo e dei precedenti.

Leave a Reply