Recensione “Ciò che non posso avere” di Barbara Gobbi

Il disco “Ciò che non posso avere” di Barbara Gobbi è ricco di spunti interessanti. I pezzi suonano come un rock melodico, aggressivo e suadente. Sin dalla prima canzone “Abban(dono)” si sente una decisione in uno stile dolcemente duro. In “Di passi neanche l’ombra” emerge una forte malinconia che si presta a un’accusa amaramente urlata.”Certezze e cemento” è una ballata con un ritmo intenso, un testo riflessivo e coinvolgente, mentre “Afa circonda” esprime un’ottima musicalità ben miscelata a un testo introspettivo e particolare. Un’istantanea sul ruolo di una donna di successo è ben dipinta in “Donna manager”, anche in questo caso su sonorità rock. “Intrigante” è il titolo che descrive la metrica di questa canzone nel suono delle chitarre e nel ritmo che esplode con un’amarezza a tratti contorta ma sempre forte e decisa. Come un inno contro l’ipocrisia si erge “Le tue maschere” sempre semplice nella tua complessità e senza cadere mai nel banale. “Il mio bell’attimo” possiede una bella melodia che si sposa con un ritornello accattivante. E’ acqua che si adegua “In sostanza”, potente e scatenata come l’onda travolgente. In “La lieta notizia” si sente una piccola influenza di Carmen Consoli (ma si sente anche in altri pezzi) in un’interpretazione anche in questo caso duramente insolente. Questo disco rappresenta un buon lavoro, testi semplici e melodie attraenti sono gli ingredienti della ricetta musicale di Barbara Gobbi,  sperando di poter sentire ancora parlare di lei in un prossimo futuro. Un bel disco.

SoundLabs Festival 2011

SOUNDLABS FESTIVAL 2011 à #15
4/8 AGOSTO
ROSETO DEGLI ABRUZZI
PARCO VILLA COMUNALE - PIAZZA DANTE ALIGHIERI
 
In occasione del suo quindicesimo compleanno, il SOUNDLABS FESTIVAL ha deciso di rinnovarsi e di ampliare i suoi interessi.
Molti i cambiamenti. Quello più evidente è la scelta della Villa Comunale come sede principale degli eventi: lo stadio si è rivelato troppo ampio per una scelta musicale che sempre più “mira al cuore” e vira verso l’acustico.
La programmazione musicale di alto livello resta segno distintivo del SOUNDLABS FESTIVAL che anche quest’anno ospiterà sul palco della Villa artisti nazionali e internazionali.
Avremo l’onore di ospitare una delle più belle voci attualmente in circolazione: da Denver (US) JOHN GRANT, già leader degli Czars, il cui esordio Queen of Denmark (Bella Union, 2010) è stato giudicato tra i 5 migliori dischi dell'anno dall'autorevole rivista inglese MOJO. 
Ad accompagnarlo nella serata del 5 agosto, ci sarà, in escusiva e per la prima volta in Italia, il cantautore scozzese JAMES YORKSTON, con al suo attivo ben 5 albums per Domino Records.
Vivremo poi le atmosfere cupe e ossessive invece con il giovane e maledetto Alex Zhang Hungtai, in arte DIRTY BEACHES. Altro cambio di
registro con i ritmi sintetici dei canadesi HANDSOME FURS, una delle coppie più belle in circolazione nel mondo della musica alternativa.
Dal suolo italico altrettante valide proposte: è con molto piacere che avremo nuovamente con noi Vasco Brondi a.k.a. LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA, che nel frattempo ha pubblicato un nuovo album – e GIORGIO CANALI, vecchia conoscenza del Festival (ha suonato da noi nel 1999, 2002 e, nel 2008 proprio insieme a LE LUCI) e che in questa occasione proporrà un live particolarissimo reinterpretando il repertorio dei JOY DIVISION con Angela Baraldi alla voce. 
E infine, e non certo per ordine di importanza, arrivano AMOR FOU, progetto nato dall’incontro di Alessandro Raina (Giardini di Mirò, Casador) e Leziero Rescigno (La Crus) che sta avendo un meritatissimo successo di pubblico e critica.
A rendere unica e magica l’atmosfera delle serate in Villa ci saranno le installazioni sonore e i visuals di FABIO PERLETTA, profondo appassionato e conoscitore di tecnologie audiovisive.
Ma la vera novità di quest’anno sono le tante attività collaterali e gratuite che renderanno il SOUNDLABS FESTIVAL un Evento a 360°.
A partire dal 4 AGOSTO, Piazza Dante Alighieri diventerà la sede satellite del Festival facendo da splendida cornice ad una serie di
appuntamenti che daranno vita ad un corto circuito sensoriale. 
Andrà in scena una combo perfetta tra cibo (rigorosamente Km zero), cinema (verranno proiettati i documentari Soundlabs people di Raffaele Passerini e Adelia, I want to love di Vincent Moon e Teresa Eggers), letteratura (James Yorkston presenterà il suo It’s Lovely To Be Here: The Touring diaries of a Scottish gent, edito da Domino Press) e musica: sul palco principale del 4 AGOSTO e dell'8 AGOSTO prenderanno forma le performances elettroacustiche serali di EGOKID, BOB CORN, MATINEE, IL RUMORE DEL FIORE DI CARTA, THE 10:04'(uk), mentre ogni giorno, dal 4 all'8 AGOSTO, al tramonto, alcuni tra i più promettenti artisti locali (nell'ordine ORLANDO EF & SANDRA IPPOLITI, ETTORE FORMICONE, MY BABY WILL, BUNGALOW 62, FABIO PERLETTA) si esibiranno in sessioni acustiche all'interno della
sezione POP & WINE.
E poi ancora, ogni giorno, dal 4 all'8 AGOSTO, a partire dall'una, dopo i concerti serali, tutti ai SOUNDLABS AFTERSHOW PARTIES, sempre ad ingresso gratuito, previsti al LIDO MEDITERRANEO. Alla consolle, come di consueto,il nostro Marco dB.
E infine, come di consueto, saranno attivati, dal 4 al 9 AGOSTO, due laboratori di formazione:
PHOTO LAB, diretto da Stefano Raglione e Deborah Anne Bowen
DOCUCLIP LAB, diretto da Melanie Reynard
rivolti a giovani aspiranti fotografi e videomakers.
Insomma, un’edizione davvero ricca e imperdibile che regalerà sorrisi e allegria a chiunque si farà trascinare in questo turbine sinestetico. 
Per le strade di ROSETO DEGLI ABRUZZI, dal 4 all’8 AGOSTO, troverete buongustai, bibliofili, dongiovanni, intellettuali, posers, cinefili e soprattutto appassionati di musica raffinata inebetiti dalla contentezza.
 
SOUNDLABS FESTIVAL 2011
International Music & Arts Week
XV Edizione
Roseto degli Abruzzi  4/8 Agosto
PROGRAMMA
4 AGOSTO
PIAZZA DANTE ALIGHIERI Ingresso Gratuito
19:00 h.
Pop & Wine (acoustic sessions) ORLANDO EF & SANDRA IPPOLITI
21:00 h.
MATINEE < IL RUMORE DEL FIORE DI CARTA < THE
10:04' (uk)
LIDO MEDITERRANEO. Ingresso Gratuito
01:00 h.
SOUNDLABS AFTERSHOW PARTY dj Marco dB
 
5 AGOSTO
PIAZZA DANTE ALIGHIERI Ingresso Gratuito
18:00 h.
Presentazione de: It's lovely to be here. The touring diaries
of a Scottish gent (Domino Press, 2011), di JAMES YORKSTON.
Incontro con l'autore.
19:00 h.
Pop & Wine (acoustic sessions) ETTORE FORMICONE
PARCO VILLA COMUNALE.
Prevendita BOOKINGSHOW: 15€ + dp Botteghino: 17€
21:00 h.
JOHN GRANT (us) < JAMES YORKSTON (uk) <
DIRTY BEACHES (ca)
LIDO MEDITERRANEO. Ingresso Gratuito
01:00 h.
SOUNDLABS AFTERSHOW PARTY dj Marco dB
 
6 AGOSTO
PIAZZA DANTE ALIGHIERI Ingresso Gratuito
18:00 h.
Proiezione del documentario: Soundlabs People (2010) di
Raffaele Passerini.
19:00 h.
Pop & Wine (acoustic sessions) MY BABY WILL
PARCO VILLA COMUNALE.
Prevendita BOOKINGSHOW: 13€ + dp Botteghino: 15€
21:00 h.
LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA <
HANDSOME FURS (ca) < DIRTY BEACHES (ca)
LIDO MEDITERRANEO. Ingresso Gratuito
01:00 h.
SOUNDLABS AFTERSHOW PARTY dj Marco DB
 
7 AGOSTO
PIAZZA DANTE ALIGHIERI Ingresso Gratuito
18:00 h.
Proiezione del documentario: Adelia I Want to Love (2008) di
Vincent Moon & Teresa Eggers.
19:00 h.
Pop & Wine (acoustic sessions) BUNGALOW 62
PARCO VILLA COMUNALE
Prevendita BOOKINGSHOW: 8€ + dp Botteghino: 9€
21:00 h.
AMOR FOU < HANDSOME FURS (ca) < GIORGIO
CANALI PLAYS JOY DIVISION
LIDO MEDITERRANEO. Ingresso Gratuito
01:00 h.
SOUNDLABS AFTERSHOW PARTY dj Marco dB
 
8 AGOSTO
PIAZZA DANTE ALIGHIERI Ingresso Gratuito
19:00 h.
Pop & Wine (acoustic sessions) FABIO PERLETTA
21:30 h.
EGOKID < BOB CORN
LIDO MEDITERRANEO. Ingresso Gratuito
01:00 h.
SOUNDLABS AFTERSHOW PARTY dj Marco dB
 
ABBONAMENTO 5/6/7 AGOSTO
Prevendita BOOKINGSHOW: 30€ + dp Botteghino: 35€
NOTE
JAMES YORKSTON: unica data italiana
JOHN GRANT, HANDSOME FURS: unica data per il centro-sud
DIRTY BEACHES: unica data per il centro
LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA: unica data in Abruzzo
Installazioni video-sonore nei giardini della Villa a cura di
FABIO PERLETTA.
 
SOUNDLABS FESTIVAL SOCIAL NETWORKS:
 
Facebook: http://www.facebook.com/pages/Roseto-degli-Abruzzi-Italy/Soundlabs-Festival/99168090297
 Twitter: http://www.twitter.com/soundlabs2011
 Myspace: http://www.myspace.com/soundlabsfestival
 Vimeo: http://www.vimeo.com/user1974466
 Last Fm: http://www.lastfm.it/festival/1992637+Soundlabs+Festival+2011

Ribelliamoci

Solitamente non scrivo cronache inerenti alla mia città ma oggi ho deciso di fare un’eccezione.Vivo in una città di mare e di pesca.Il nome della mia città é Mazara del Vallo,è sita in Sicilia,precisamente nella parte occidentale della isola.La mia città é situata sulla costa,gode di uno splendido mar Mediterraneo e il suo centro storico è stato pressapoco rivalutato.Il centro della città è affiancato da un centro storico recentemente rivalutato e le strade sono ghermite di turisti e cittadini in biciclette.Il traffico automobilistico nonostante ciò non è diminuito e la spiaggia di Tonnarella gode di un mare azzurro da un lato e dall’altro di un asfalto giammai pulito e pur sempre caotico.Il cuore della città gode dell’ammirazione da parte dei turisti e dei cittadini stessi,peccato però che il tentativo di trasformare la città in una delle più belle al mondo non è,a mio avviso,andato in porto.E mentre ci si sente cullati da un centro città nuovo,decorato con vasi in ceramica,panchine in marmo,piste ciclabili che danno sul mare,ahimé c’é una zona della città che purtroppo non gode della stessa fama.La zona di cui sto parlando prende,nel dialetto siciliano,il nome di Capo Feto.E’ una zona situata ai margini della spiaggia Tonnarella assolutamente distrutta dall’uomo.Si tratta di una riserva naturale in cui scorre un fiume oramai disidratato e sporco,lungo il quale la vegetazione cresce oramai spoglia e assolutamente morta.Mi raccontava mio zio che quando era giovane,circa 20 anni or sono,Capo Feto era una delle zone più belle della città.Nel fiume v’erano tanti pesci e le tartarughe vi sguazzavano felici.Ed oggi,cosa ne rimane?Mi sono recata sul posto e questo è ciò che ho notato : argini interrotti,acque inquinate,infestate da bottiglie di pastica e scaldabagni uccisi dalla ruggine,bottiglie di vetro,sacchetti non biodegradabili ed immondizia di ogni tipo.Oggi questo articolo non solo va letto dagli incivili perchè si rendano conto di esserlo davvero ma è anche rivolto al Comune che ‘gestisce’ la nostra cittadina.Che forse non sappiano del risultato che la loro stessa incuranza ha provocato?O forse non sanno che Mazara del Vallo si estende anche al di là di ciò che non è strada o centro?Un modo nuovo per distogliere la gente dal Creato,persuaderla che tutto sia perfettamente meraviglioso,convincerla che solo ciò che si vede le appartiene e ciò che invece non si vede é solo spazzatura.’Fa’ ciò che puoi per il tuo Comune e non ciò che aspetti che lui faccia per te’,è lo slogan della giornata in cui io e chi la pensa come me abbiamo lavorato duramente per ripulire la zona e farla respirare.Che si organizzino giornate di solidarietà.Che il Comune distribuisca a noi giovani divise e quanto serve per ripulire la nostra città.Viverci é un diritto che ci appartiene,renderla viva è un dovere di tutti noi.

Paolo Benvegnù: in onda su Isoradio e a Settembre il premio RML

 

Doppio appuntamento per Paolo Benvegnù: Mercoledì 20 Luglio ore 22,00 in onda su Rai Isoradio e il 23 settembre premio Radioindie Music Like sul palco del Teatro Masini a Faenza nell’ambito di Supersound

Mercoledì 20 Luglio, ore 22,00, sulle frequenze di Rai Isoradio (103,300), dopo il successo del live “Un giorno del tutto differente” dei Verdena, registrato durante la Rassegna Ferrara Sotto le Stelle e trasmesso la sera di lunedì 18 luglio, andrà in onda il concerto di Paolo Benvegnù tratto dal Festival “Soluzioni Semplici” organizzato dal Circolo Degli Artisti e tenutosi a Roma presso la Casa del Jazz il 4 luglio scorso.
La registrazione del concerto di Benvegnù si inserisce nella più ampia programmazione estiva denominata “I concerti in sicurezza di Isoradio”, condotti da Alessandro De Gerardis e realizzati con la collaborazione del MEI – Meeting degli Indipendenti, e che proseguiranno durante tutta l’estate.
Ma il circolo “virtuoso” Benvegnù-MEI-Rai Isoradio non si esaurisce qui: è notizia dell’ultim’ora infatti, che Rai Isoradio consegnerà al cantautore milanese il Premio Radioindie Music Like, la sera di venerdì 23 settembre 2011 presso il Teatro Masini di Faenza.
Tale riconoscimento rappresenta il premio ufficiale dell’omonimo format radiofonico realizzato da Protosound Polyproject e incentrato sulla Indie Music Like, la classifica della musica indipendente italiana curata dal MEI, e rientra fra le attività principali di Supersound, il più grande festival di musica italiana dal vivo per giovani emergenti. Nell’occasione, saranno proprio alcuni rappresentanti di Rai Isoradio a consegnare il premio nelle mani di Benvegnù, che si esibirà anche dal vivo in acustico, in quanto proprio il canale di pubblica utilità della Rai fornisce una ricca anteprima della Indie Music Like, all’interno del programma ZTL – La corsia della musica indipendente.
Ulteriori informazioni sul Premio
Da oltre 3 anni la Indie Music Like, rappresenta la vera classifica settimanale della musica indipendente italiana, scaturita dalla comparazione dei dati (indice di gradimento dei brani e maggiore diffusione) provenienti da oltre 150 web radio e radio locali aderenti al circuito. Nell’ultimo anno, la IML è presentata in anteprima dal programma ZTL in onda su Rai Isoradio (che da una ricca anticipazione settimanale della classifica in uscita). Inoltre ogni venerdì, prodotto dalla Protosound Polyproject, in onda su tutte le radio, arriva il format radiofonico incentrato sui contenuti della classifica chiamato “Radioindie Music Like”. Proprio in virtù di queste partnership, si è deciso di istituire quest’anno il Premio Radioindie Music Like, che premia simbolicamente l’artista maggiormente presente in testa alla classifica del 2011.
Il premio RML sarà assegnato a Paolo Benvegnù la sera di Venerdì 23 settembre 2011 presso il Teatro Masini di Faenza, nell’ambito dell’evento Supersound, organizzato dal MEI – Meeting degli Indipendenti. Il premio sarà consegnato dallo staff di Radiodindie Music Like, dai rappresentanti del MEI e di Rai Isoradio.
Entrato in classifica il 4 Marzo con il singolo “Andromeda Maria”, Paolo Benvegnù si piazza direttamente in top-ten e ci resta per oltre 18 settimane e, in particolare, dal mese di Aprile in testa per oltre 3 settimane consecutive.
__________________________________
Appuntamento quindi
Mercoledì 20 Luglio ore 22,00
sulle frequenze di RAI ISORADIO 103,3 FM
Acustic set di PAOLO BENVENGNU’
_______________________________________
M.E.I. – Meeting degli Indipendenti
AudioCoop
PROTOSOUND POLYPROJECT

 

 

La vendetta è un piatto che va servito freddo.

Ci si vendica continuamente di un torto subito, la si studia, la si assapora come se fosse la portata principale di un menù.

Di certo il signor Spider Truman non ha svelato nulla di sospetto, anzi al contrario, cose che magari si paventavano ma che tutti sospettavamo.

Da destra a sinistra i nostri “santi” politici hanno più intrallazzi di una piovra.

Fa sorridere con quanta indignazione mascherino le loro facce,  sostenendo che sono bugie, che per 15 anni al signor truman gli è andata bene così ed ora si vendica.

Non credo sia così, per 15 anni sarà stato costretto al silenzio, per tutti quegli anni magari, ha firmato un contratto di non divulgazione, la cosa non mi sorprenderebbe, ed ora che il contratto è terminato non c’è nessun vincolo al riserbo.

Soprattutto non sta facendo nomi, non sta indicando la locazione delle aule o di dati sensibili e personali, sta dimostrando quanto tutti i nostri politici ci usino per arricchirsi.

Un detto dice che il potere logora, io aggiungo chi non ce l’ha. Tutti questi signori finchè restano all’opposizione del governo in carica,  dichiarano di essere pro cittadini, di fare esclusivamente gli interessi del popolo italiano, una volta arrivati al potere, diventano peggio dei mafiosi o dei cammorristi a cui sostengono di dare la caccia.

Non credo a nessuno di loro, non riesco più a digerire le bugie che dicono, non sopporto più la loro indifferenza, il loro schifoso obiettivo è quello di garantire a sé stessi , amici e parenti un futuro fatto di benefits, che paghiamo noi.

Ma ci rendiamo conto, per una sola misera volta, che questi signori è come se fossero nostri dipendenti, ma è una vergogna, che ci sia qualcuno che ancora li dichiara onesti.

Piccola scossa di terremoto

Intorno alle ore 20.33 è stata avvertita in tutto il nord Italia una piccola scossa di terremoto. L’entità pare lieve e non sono ancora note informazioni riguardanti l’epicentro. Non si rilevano danni o segnalazioni particolari. Restiamo in attesa di aggiornamenti. Per ora piccoli spaventi e poco altro. Le cinovattà in cui è stata particolarmente rilevata la scossa sono Milano, Genova, Bologna e Reggio Emilia. Le regioni colpite sono Liguria, Lombardia, Piemonte e Veneto.

Ministri, Pino Scotto, 24 Grana, Perturbazione e Lombroso al Caserta Rock Fest 2011

crf 2011

Ministri, Pino Scotto, 24 Grana, Perturbazione, Lombroso: sono solo alcuni dei nomi di punta del rock italiano che si esibiranno nel corso dell’edizione 2011 del Caserta Rock Fest, in programma giovedì 8 e venerdì 9 settembre. Ad accogliere l’evento, giunto alla sua terza edizione (e ancora una volta messo in piedi in maniera completamente indipendente), saranno gli ampi spazi dell’Old River Park di Castel Morrone (CE).

 

Dopo il successo delle scorse edizioni, il palco casertano sarà ancora una volta scenario di grandi live, in un naturale proseguimento di un percorso artistico-organizzativo iniziato nel 2007 e che nel 2008 premiò l’organizzazione con il premio Mei (Meeting delle Etichette Indipendenti) come miglior festival indipendente dell’anno.
A completare l’eccellente cast della due giorni casertana saranno i campani Torreggae, Funky Pushertz,  A-380, Romantic Lies, The Gentlemen’s Agreement e Maleizappa, nomi questi che confermano l’attenzione che la direzione artistica della kermesse ha riservato a band locali in nome della rivalutazione del territorio, oltre ai romani Strenght Approach.

 

I tagliandi, messi in vendita sin dal 29 giugno, avranno un costo di 10 euro al giorno, con la possibilità di acquistare l’abbonamento per l’intera rassegna al costo di 15 euro (più eventuali diritti di prevendita qualora venissero acquistati presso i circuiti ufficiali, Ticketteria e Go2).

ZIBBA: vince il Premio Bindi 2011

Dal palco del TENCO al premio BINDI 2011 passando per il premio L’ARTISTA CHE NON C’ERA. Ancora un traguardo per il cantuatore ligure ZIBBA che rinnova così il successo di pubblico e di critica per il suo ultimo lavoro “Una Cura per il Freddo”

Pubblicato dalla VOLUME! Records nell’aprile 2010, il terzo lavoro di ZIBBA dal titolo “Una Cura per il Freddo” colleziona una serie di importanti riscontri di critica e di pubblico.

Ospite al prestigioso premio TENCO 2010 in cui, oltre all’esibizione in prima serata sul palco dell’Ariston assieme ai grandi nomi della musica nazionale ed internazionale, Zibba è stato anche protagonista della presentazione ufficiale della compilation “La Leva Cantautorale degli anni Zero” voluta dal MEI e dal Club Tenco.

Nel febbraio 2011 esce il nuovo singolo “Una Parola Illumina” sempre tratto da “Una Cura per il Freddo”. Per l’occasione si unisce a Zibba anche il grande BUNNAdegli Africa Unite. Il Video clip è presentato in Anteprima Nazionale da ROLLINGSTONE Magazine.

A questo segue il salotto più famoso d’Italia: Zibba è ospite di PARLA CON ME in onda su Rai3 con Serena Dandini e Dario Vergassola.

E dopo il singolo “Una Parola Illumina”, il terzetto ZIBBA, BUNNA e il cantante Italo/Nigeriano RAPHAEL si ripropone al pubblico con un disco tributo a Bob Marley dal titolo “DOUBLE TROUBLE”.

Oltre ad un’intesa attività live in giro per l’Italia con i fidatissimi ALMALIBRE, Zibba approda anche in teatro recitando come protagonista nel nuovo musical “All’ombra dell’ultimo sole” di Massimo Cotto e diretto da Emilio Russo.

Sono sue anche le musiche originali di COMEDIAN BLUES, il nuovo spettacolo teatrale del gruppo comico I TURBOLENTI, scritto da Matteo Monforte e diretto da Lazzaro Calcagno.

Ed è infine la critica ancora una volta a celebrare il grande lavoro del cantautore ligure che, lo scorso giugno, lo ha incoronato come vincitore del premio L’ARTISTA CHE NON C’ERA ed oggi, dai suggestivi Giardini a Mare di Santa Margherita Ligure, gli assegna il PREMIO BINDI 2011.

A breve le prime indiscrezioni circa la nuova produzione che lo vedrà presto in scena con un nuovo disco.

 

ZIBBA & Almalibre
OFFICIAL PAGE

 

__________________________

Ufficio Stampa
VOLUME! Records

 

PROTOSOUND POLYPROJECT
www.protosound.net

 

L’ALTOPARLANTE
www.latoparlante.it

Ancora sangue in Afghanistan

Ancora sangue italiano in Afghanistan, ancora un militare ucciso dalla follia di una guerra senza quartiere.  Questa volta è accaduto a Bakwa, nella parte meridionale del settore ovest. Ancora non si sono placate le polemiche in Italia, mosse dalla Lega Nord, per interrompere le missioni che avviene l’ennesima tragedia che in quei luoghi è soltanto, e purtroppo, l’ordine del giorno. Che si tratti di una guerra vinta o persa è un fiume di sangue, un intento leggiadro e che vanifica le attese di una pace che qualche dio un giorno riconoscerà, tuttavia oggi siamo ancora in guerra. Lo siamo e forse lo saremo sempre, schiavi della disinformazione, della paura del diverso, della non comprensione di quello che davvero vogliamo. Le notti trascorrono al suono dei mortai che noi non sentiamo mai davvero, come se la guerra fosse un giocattolo. Qualcosa che si può spegnere quando vogliamo, quella melodia che possiamo bloccare per andare a dormire tranquilli. Non è così. Il sangue continua a sgorgare mentre prendiamo un caffè, mentre parliamo per strada e quando ci illudiamo di essere capaci di esportare la pace, dietro gli schermi della nostra ipocrisia, dentro le nostre banche in perenne crisi etica, nelle parole di politici venduti che vogliono regalarci un mondo migliore. La guerra per i soldi non finirà mai, non basteranno barricate, bandiere e illusioni. Forse quando ci saremo resi conti che non siamo così belli come ci dipingiamo, allora ci renderemo conto che è il caso di fare un passo indietro e che non è detto che chi non ci somiglia sia poi così cattivo. Se fossimo noi quelli di cui avere paura?

Elezioni, un mese dopo

Ad un mese dall’insediamento del nuovo sindaco di Milano, Pisapia, comincio a leggere sui giornali un certo mal contento, velate critiche.

Saranno tutti giornalisti faziosi? Non credo ma a sentir loro è veramente fuori da ogni canone il comportamento che sta tenendo questo sindaco.

Cominciamo con la maggiorazione delle tasse per i cittadini per arrivare alla soppressione dei militari nei quartieri malfamati.

Sembra ridicolo, eppure è così. Un mese e già la giunta Pisapia mette mano al portafogli dei milanesi, con aumenti impensabili sui trasporti municipali.

Non capisco quali siano effettivamente le priorità di questo comune, se garantire stabilità e futuro ai cittadini o garantirsi una poltrona ben pagata a spese di tutti.

Certo perché gli aumenti sui biglietti e sugli abbonamenti ATM, toccano tutti, anche i pendolari, la riduzione dei militari, addetti alla sicurezza, tocca tutti.

Torneremo quindi alla Milano di una decina d’anni fa, dove lo spaccio era normale routine, dove nei quartieri malfamati malmenare un vigile era uno sport, o addirittura dove scippi e rapine erano una prassi così abitudinari, che gli onesti cittadini avevano preso l’abitudine ad uscire in gruppo.

Altro che coprifuoco, altro che sicurezza, altro che una Milano dei milanesi, qui ci sarà una città di tutti, meno che dei cittadini onesti…

Sono sbigottita da tanta stupidità.